Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

20/11/2017  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























AMBIENTE
Il caso rifiuti in Campania

La Corte di Giustizia dell┤UE ha condannato l┤Italia


Alla fine Ŕ arrivata la condanna da parte della Corte di giustizia dell┤Unione Europea per la cattiva gestione del problema rifiuti in Campania tra il 2010 e il 2012.
Redazione 17 Luglio 2015 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
fonte: iltempo.it
 Articoli simili
 Rifiuti, maxi multa all┤Italia
 Promuovere il riciclaggio per una crescita sostenibile
Alla fine è arrivata la condanna da parte della Corte di giustizia dell’Unione Europea per la cattiva gestione del problema rifiuti in Campania tra il 2010 e il 2012. Oltre ai 20 milioni di euro di multa, l´Italia dovrà pagare 120mila euro al giorno per ogni giorno in cui non prenderà provvedimenti per risolvere il problema dei rifiuti.

La sentenza degli ultimi giorni, è il seguito di un´altra sentenza del 4 marzo 2010, in cui erano già emerse le mancanze da parte del governo italiano, le quali contrastavano con la direttiva della Commissione Europea sui rifiuti approvata nel 2006. In quella sentenza, si leggeva che l’Italia non aveva preso "tutte le misure necessarie per assicurare che [in Campania] i rifiuti siano raccolti e gestiti senza mettere a rischio la salute delle persone e l’ambiente circostante".

Dopo quella decisione, le cose non sono cambiate, tanto che la Commissione Europea chiese, il 10 dicembre 2013, che l´Italia venisse multata. La sentenza del 2010 si era concentrata sull´assenza di una rete efficace per la gestione dei rifiuti, invitando l´Italia ad aprire nuovi centri preposti utlizzando anche spazi di altre regioni. L´ultima sentenza invece, oltre a ribadire la persistente inadempienza da parte dell´Italia, ha segnalato una serie di problematiche relative allo smaltimento, con l´accumulo di sei milioni di tonnellate di ecoballe.

Il Ministro dell´ambiente Gian Luca Galletti ha dichiarato in un´intervista a Repubblica che per la Campania è arrivato il momento di decidere e di attuare le disposizioni comunitarie in merito alla questione. Per poi soffermarsi sul soggetto responsabile del pagamento della multa: le sanzioni che riguardano regioni determinate devono essere pagate dalle regioni stesse, in questo caso la Campania.




Ultime da Ambiente
Dal Madagascar arrivano le formiche Dracula
Gli ┤hot spot┤ del cambiamento climatico
Il volo per vedere le aurore boreali
I due mari che si incontrano senza mescolarsi
Droni del Cnr studiano il clima dell┤Artico
Occhio della Medusa: la prima foto delle stelle neonate
Energia solare e pulita con il Cnr
Il Cnr all┤Expo si occupa di pesca sostenibile
Cnr, l┤inquinamento rallenta le glaciazioni
Esplorato per la prima volta il Canyon sommerso di Perth

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS