Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti. Alcuni di questi cookie sono utilizzati per realizzare le analisi delle viste, altri a gestire la pubblicità e altri ancora sono necessari per il corretto funzionamento del sito. Se si continua a navigare o si fa clic su "accettare", considereremo come accettato il loro utilizzo. È possibile ottenere ulteriori informazioni, o sapere come modificare le impostazioni, in Politica sui cookie?
Versión Española Versión Mexicana Ibercampus English Version Version fran├žaise Versione italiana

24/11/2017  
      in Ibercampus in  | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Contatti | Tariffe | Iscriversi | RSS RSS
Politica
Politiche di inclusione
Ricerca e sviluppo
Capitale umano
Economia
Cultura
Ambiente
Salute
SocietÓ
Sport
Dibattiti
Interviste
Educazione
Borse di studio
Lavoro e Formazione
America Latina
Tendenze
Le aziende ed i CSR
UniversitÓ
Chiamate
 Empresas y RSC
A2A
ANSALDO STS
ASSICURAZIONI GENERALI
ATLANTIA
AUTOGRILL
AZIMUT
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA
BANCA POPOLARE DI MILANO
BANCO POPOLARE SOCIET└ COOPERATIVA
BULGARI
BUZZI UNICEM
CAMPARI
CNH INDUSTRIAL
DIASORIN
ENEL S.P.A.
ENI
EXOR
FIAT
FINMECCANICA
FONDIARIA-SAI
GTECH
IMPREGILO
INTESA SANPAOLO
LUXOTTICA
MEDIASET
MEDIOBANCA
MEDIOLANUM
PARMALAT
PIRELLI & C.
PRYSMIAN
SAIPEM
SNAM RETE GAS
STMICROELECTRONICS
TELECOM ITALIA
TENARIS
TERNA - RETE ELETTRICA NAZIONALE
TOD'S
UBI BANCA
UNICREDIT
 Universidades























ECONOMIA
Bruxelles ha iniziato una battaglia fiscale

L┤Unione Europea indaga Amazon per abusi nel mercato editoriale


La Commissione europea ha aperto formalmente la sua inchiesta sul gigante americano Amazon. Sotto la lente di Bruxelles finiranno alcune clausole tra Amazon e gli editori, che sembrano favorire un monopolio per la distribuzione dei libri all┤interno del mercato europeo. Queste clausole permetterebbero al sito americano di operare abusi, non solo nella vendita dei libri ma anche di altri beni e servizi.
Redazione 22 Giugno 2015 Condividi
Comparte esta noticia en TwitterComparte esta noticia en FacebookComparte esta noticia en TwitterAñadir a del.icio.usAñadir a YahooRSS
 Articoli simili
 "Las multinacionales digitales no tributan mßs del 3% fuera de EEUU"
 LLamazares pregunta al Gobierno cˇmo controlarß los impuestos de Amazon en Espa˝a
 Las empresas grandes tendrßn mßs difÝcil evitar los impuestos desde el 2017
 Apple quiere revolucionar ahora el mundo educativo
L´indagine di concentra su alcune clausole che obbligano a informare Amazon sulle offerte dei suoi concorrenti, assicurandosi così che non siano più competitive. Queste clausole "possono ostacolare gli altri distributori di testi elettronici nella competizione con Amazon", dice il comunicato rilasciato lo scorso giovedì da Bruxelles, che cercherà di scoprire se questa pratica limita il mercato e riduce la offerta per i consumatori. Amazon è il principale distributore di ebook d´Europa. Per iniziare l´UE si concentrerà sugli articoli con più mercato: i libri in inglese e in tedesco.

E´ la seconda battaglia che le autorità europee per la concorrenza combattono contro Amazon. L´altra, che si presenta come la più importante, si concentra sulle pratiche fiscali aggressive portate avanti da questa e da altre compagnie statunitensi (su 14 multinazionali, come mostra l´articolo di Ibercampus.es, solo 3 pagano più del 4% di tasse in Europa, contro il 40% negli States). Le multinazionali sposterebbero la maggior parte dei guadagni operati in Europa in Lussemburgo, paese dalla politica tributaria molto vantaggiosa e dove si trova la sede fiscale di Amazon. Gli accordi tra i Lussemburgo e centinaia di multinazionali per queste pratiche di concorrenza fiscale sleale, furono firmate da questo stato, membro dell´UE, durante il governo d Juncker, attualmente a capo della Commissione Europea. 

Il ricorso a paradisi fiscali - in un´Unione Europea in cui manca la minima solidarietà fiscale necessaria per sostenere la sua politica di mobilità del lavoro e dei capitali -  è stato contestato nell´ambito dei progetti di unione bancaria e fiscale approvati dal Comitato economico e sociale europeo, grazie all´opera eccezionale di due spagnoli: Carlos Trías, rappresentante dei consumatori spagnoli, e il professore dell´UAM Gustavo Matías, in qualitá di esperto. Nel loro giudizio riguardo l´unione fiscale hanno recentemente proposto l´istituzione di un´assicurazione comune contro la disoccupazione e l´obbligo per le aziende con sede in paradisi fiscali di segnalarlo nelle memorie di responsabilità societaria. Alcune delle loro posizioni hanno ispirato l´attuale governo spagnolo in favore dell´unione fiscale e a sollecitare la Banca Centrale Europea perché si occupi di inflazione e disoccupazione. 

Al di là dell´indagine, Amazon ha annunciato recentemente che inizierà a pagare le imposte nei paesi in cui genera i profitti, rispondendo così alle pressioni europee e della stessa OCSE (il cui principale rappresentante sono gli Stati Uniti duramente colpiti dal fenomeno dell´illegalità fiscale) affinché si evitino le pratiche di pianificazione fiscale già diffuse anche fra le multinazionali spagnole: molte delle aziende di Ibex 35, infatti, hanno anche sedi in paradisi fiscali.

Come nel caso aperto contro Google per le discriminazioni nei confronti dei concorrenti commerciali, la commissaria europea per la concorrenza Margrethe Vertager nega che le azioni di Amazon siano semplicemente innovative per il mercato europeo: "Amazon ha sviluppato in modello di successo che offre ai consumatori un ampio servizio, inclusi i libri elettronici. La nostra indagine non mette in discussione questo. Però è mio dovere assicurare che gli accordi fra Amazon e gli editori non danneggino i consumatori impedendo la concorrenza di altri distributori".

Già nel 2011 la Commissione europea aveva messo sotto inchiesta gli ebook di Apple. I dubbi di Bruxelles riguardavano l´azienda americana e cinque grandi editori, sospettati di limitare la concorrenza fissando i prezzi per gli ebook. La disputa si placò con un compromesso che soddisfaceva la commissione.

Ultime da Economia
Kickstarter sarÓ disponibile anche per l┤Italia
Nuove start up per valorizzare il turismo in area adriatica
Italian Master Start up, vince un┤app del Politecnico
Istituita una pagina web nazionale per i finanziamenti alle start up
Edison premia le migliori start up alla all┤Innovation Week
Una start up per catalogare le start up
La ricerca salvaguarda il made in Italy
Il Parma calcio andrÓ all┤asta
Expo, gli eventi della Commissione Europea
Alla Manfrotto arrivano le valutazioni dei dipendenti

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter
Inclusione Finanziaria
ParitÓ di trattamento tra pari
Carlos Trias
Vuoi un blog tutto tuo ed essere letto in tutte l'universitÓ?
Scoprilo qui
LIBRI
Da zero a uno: I segreti delle startup, ovvero come si costruisce il futuro
Ginella Tabacco, Poterti parlare ancora
Alfredo Corchado, Mezzanotte in Messico
Arthur Miller, "L┤equazione dell┤anima"
Gino Strada e Roberto Satolli, "Zona Rossa"
Piero Angela, "Tredici miliardi di anni"
TESI E DISSERTAZIONI
Note Legali | Politica sulla Privacy | Comitato di Redazione | Chi Siamo | Ideologia | Conttatare | Prezzi Annuncio | RSS RSS